Il vino italiano regge in Giappone. Ed ora è il bio la nuova tendenza

Consoliamoci. Anche se la crisi avanza e il Giappone – come il resto del mondo – è in recessione, qualcosa che funziona c’è ancora: il vino. Italiano. I dati presentati da Ice nel report 2008 alla conferenza stampa per l’apertura del Foodex di Tokyo, la più importante fiera agroalimentare a livello asiatico, sono infatti consolatori. Sebbene nel 2008 sia stato registrato un calo generale nelle importazioni, l’Italia, nella categoria dei vini fermi, perde solo il 2,6%, niente in confronto al -10,6% della Francia.

Leggi l’articolo su I Grandi Vini